Monitoraggio della Crescita, perchè è importante?

Di:   ScienzeMotorie  |  5 Giugno 2018

Sommario

Tutti noi conosciamo cos’è la crescita e la sperimentiamo durante le prime fasi della vita. Per gli atleti giovani, la composizione corporea e le dimensioni sono spesso un fattore predittivo di forza e potenza rispetto all’età cronologica. 

I professionisti specializzati nelle prestazioni sportive possono trovare utile monitorare i dati antropometrici, come l’altezza e il peso, al fine di determinare i periodi di crescita massima nello sviluppo di un bambino. In alternativa, è altrettanto importante determinare i periodi di crescita stentata. Un bambino che sta avendo una crescita normale rispetto alla sua fascia di età è probabile che sia in buona salute, un bambino con una crescita anormale può avere una malattia di base o un problema ormonale, per esempio. L’identificazione precoce di un problema di crescita dovrebbe essere resa nota a un medico

Cos’è la crescita?

La crescita è un’attività biologica naturale e individuale che tutti gli esseri umani attraversano, a partire dal concepimento fino all’età adulta. Cambiamenti evidenti possono essere visti nel corpo durante i primi 20 anni circa della vita. Ossa e tessuto muscolare crescono all’interno delle nostre parti del corpo che si traduce in un aumento di altezza e peso. 

Dal punto di vista fisiologico, la crescita è un processo multifattoriale, ma avviene a causa di una combinazione di iperplasia, ipertrofia e accrescimento [1]. Questi processi cellulari guidano la crescita in un percorso non lineare dall’infanzia fino all’età adulta [1]. Non vediamo solo una crescita nel tessuto, ma anche caratteristiche comportamentali, cognitive e sociali.

Perché monitorare la crescita è importante?

Valutare l’altezza di un bambino è un grande indicatore della sua salute generale [2]. Quando un bambino presenta una crescita anomala, ciò può indicare che il bambino ha una malattia o una condizione di salute che può influire sulla statura o sul benessere finale da adulti [2]. 

L’individuazione precoce di una crescita anormale consente un’appropriata diagnosi medica e, in alcuni casi, può persino essere curabile [2]. Più tardi un problema di crescita viene riconosciuto / non segnalato, più diminuiscono le opportunità di assistenza medica per quel bambino.

La maggior parte dei paesi ha standard diversi per valutare la bassa statura e la crescita anormale che è rilevante per la propria popolazione. Ad esempio, nel Regno Unito, l’altezza di un bambino al di sotto dello 0,4 ° percentile viene assegnata come una grave bassa statura [3]. Mentre nei Paesi Bassi, la bassa statura è qualcosa di più grande di -2.5 deviazioni standard dalla norma [4]. Sebbene ciò rappresenti una piccola porzione della popolazione di ciascun paese, resta il fatto che la valutazione dell’altezza dei bambini dovrebbe essere valutata rispetto ai grafici di riferimento della crescita normativa per l’identificazione.

Nel 2004, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha valutato la crescita e lo sviluppo dei bambini piccoli in tutto il mondo [5]. In particolare, hanno studiato 8.440 bambini provenienti da sei paesi di diversa estrazione culturale ed etnica (Brasile, Ghana, India, Norvegia, Oman e Stati Uniti) per comprendere meglio la crescita. Le loro scoperte riportano che i bambini sani hanno maggiori probabilità di raggiungere il pieno potenziale genetico quando vivono in condizioni di salute che includono: alimentazione, indice di massa corporea, allattamento al seno e genitori che si astengono dal fumare. Sebbene molto ampio, questo indica che indipendentemente dall’etnia, dallo status socioeconomico o dal tipo di allattamento al seno, i bambini possono crescere normalmente quando vivono in condizioni ottimali di salute.

Come accennato in precedenza, tutti i bambini non crescono allo stesso ritmo, né in modo lineare. Di conseguenza, è fondamentale che tutti i professionisti delle prestazioni sportive comprendano se un atleta cresce a un tasso “normale” o se, per qualche motivo, la sua crescita sembra essere “anormale” (ad es. Stentata). Misurando i tassi di crescita su base continuativa, l’allenatore / professionista sarà in grado di identificare se un atleta sta vivendo un periodo di crescita “anormale”, e la possibilità di farlo potrebbe essere vitale per la salute e le prestazioni di quel bambino.

Sebbene l’allenatore / professionista possa essere in grado di identificare se un atleta potrebbe o meno avere un periodo di crescita anormale, non può, e non dovrebbe, tentare di diagnosticare il problema da sé. Invece, l’allenatore / professionista deve prendere una decisione consapevole e strategica per quanto riguarda le procedure di azione; per esempio, notificando il problema ai genitori e / o un medico qualificato.

La ragione di ciò è semplicemente perché la crescita di un bambino può essere anormale (ad es. Stentata) per una miriade di ragioni complesse. Alcuni dei quali possono includere:

  • Predisposizione genetica (ad es. Acondroplasia)
  • Malnutrizione
  • Malattia (ad es. Malattia tiroidea)
  • Disturbi endocrini
  • Lesioni (es. Danno delle placche epifisarie nelle ossa)

In alcuni casi, ad esempio, l’allenatore / professionista potrebbe non voler informare direttamente i genitori in quanto il problema potrebbe essere il risultato di una malnutrizione che potrebbe derivare da problemi a casa del bambino (ad es. Abusi domestici). Collettivamente, tutte queste informazioni mettono in evidenza la gravità e la complessità dei potenziali problemi che circondano la crescita di un bambino.

Come monitorare la crescita

Monitorare la crescita è un compito semplice e pratico che gli allenatori possono implementare nei tempi di allenamento. Tuttavia, potrebbe non essere necessario farlo in ogni sessione. La raccolta dei dati relativi all’altezza e al peso ogni tre mesi può fornire un’immagine sufficiente dello sviluppo di un atleta adolescente.

Ai fini della validità e dell’affidabilità, le procedure per la raccolta dei dati dovrebbero essere simili ogni volta che vengono eseguite e con la stessa attrezzatura. Ad esempio, utilizzando la stessa scala di peso e lo stesso stadiometro ogni volta è possibile limitare la variazione dei dati. Inoltre, indossare indumenti minimi e rimuovere le scarpe può fornire una stima più accurata di altezza e peso.

I dati antropometrici di un bambino possono essere usati per stimare la statura dell’adulto. L’altezza adulta prevista può essere stimata per gli individui se è possibile ottenere informazioni sull’altezza dei genitori biologici [6].  Un ulteriore lavoro di Sherar et al. [7] ha concluso che l’uso di altri dati antropometrici quali peso, altezza e altezza di seduta per prevedere la statura dell’adulto è accurato entro 5-8 cm nei maschi e 3-8 cm nelle ragazze per il 95% dei casi. L’importanza di questo è che può essere combinato con la crescita longitudinale e determinare la percentuale di statura adulta prevista.

Problemi con il monitoraggio della crescita

Mantenere dati longitudinali su altezza e peso consente agli allenatori di identificare i tassi di crescita massimi, solo dopo che si sono già verificati. Per questo motivo, il monitoraggio della crescita da solo potrebbe non fornire informazioni sufficienti per gli allenatori, pertanto, si raccomanda che questo sia combinato con altri dati per determinare l’offset di maturità (es. PHV) o la velocità di crescita. 

La velocità di crescita è il tasso di crescita nel tempo (mm / anno) che i giovani umani sperimentano. Una curva tipica della velocità di crescita mostra una rapida crescita nella prima infanzia, per poi rallentare gradualmente fino all’inizio della crescita puberale [figura 1]. Durante il declino dall’infanzia alla tarda adolescenza, non è insolito che l’altezza di un bambino sia nel 95 °percentile un mese e sia nel 20 °percentile quello successivo [2]. 

La crescita umana può essere molto complessa, questo può rendere difficile l’interpretazione. Questa enorme variazione nella crescita non dovrebbe essere motivo di preoccupazione a meno che un bambino non venga valutato al di sotto del 5 ° percentile in misurazioni consecutive per un periodo di 3-6 mesi [2]. Se un atleta viene indirizzato a un medico per bassa statura, il medico adotterà generalmente una politica di “attesa e visione” in un breve periodo di tempo prima di raccomandare consigli o trattamenti specialistici [8].

Diagnosi errata di disturbi della crescita e rinvii non necessari possono derivare da errori nella misurazione dell’altezza o da un tracciamento impreciso dei valori in un grafico di crescita [2]. Per questo motivo, è fondamentale valutare l’altezza di un bambino in modo coerente con gli stessi strumenti e metodi affidabili. Inoltre, avere un grafico di crescita appropriato può essere uno strumento essenziale per la sorveglianza dell’altezza di un bambino.

I modelli di crescita sono diversi tra i sessi dopo la pubertà [9]. Pre-pubertà, la composizione corporea è simile tra i sessi, ma i cambiamenti all’inizio della pubertà a causa di più androgeni circolanti nei ragazzi rispetto alle ragazze [1]. Durante lo scatto di crescita adolescenziale, i ragazzi tendono a sperimentare maggiori aumenti della larghezza del braccio e della larghezza della spalla rispetto alle ragazze [10]. Inoltre, i ragazzi tendono ad avere una maggiore massa magra e circa la metà della percentuale di grasso corporeo rispetto a quella delle ragazze alla fine della crescita adolescenziale. Nel frattempo, le ragazze tendono a sperimentare maggiori aumenti dell’ampiezza dell’anca e della massa grassa rispetto ai maschi [1].

Considerazioni per il monitoraggio della crescita

Monitorare la crescita è semplicemente questo, non diagnosticare. Se un bambino sembra cadere dal 5 ° o 95 °percentile per la crescita alla loro età, la cosa migliore da fare potrebbe essere quella di rivolgersi a medici qualificati (ad esempio un medico). La crescita è multi-fattoriale e può essere influenzata da molti fattori come la genetica, la malnutrizione o il danneggiamento delle placche epifisarie nelle ossa. Come allenatori, non dovremmo oltrepassare i nostri confini e diagnosticare impropriamente gli atleti. Monitorare la crescita ci fornisce informazioni critiche sullo sviluppo di un atleta ma non rivela i fattori alla base che potrebbero causarlo.

Conclusione

Monitorare la crescita è uno strumento prezioso per i professionisti delle prestazioni sportive che lavorano con i giovani atleti. Raccogliendo dati longitudinali su altezza e peso, gli allenatori possono identificare i periodi di picco di crescita e sondare i loro atleti per lo sviluppo normale. I coach che identificano i bambini che non rientrano nell’altezza normativa o i valori di peso per il loro gruppo di età cronologico dovrebbero fare riferimento ai medici qualificati (ad esempio il medico). Da lì, i professionisti del settore medico possono fornire ai bambini trattamenti appropriati in grado di ottimizzare la possibilità di una buona salute, lo sviluppo e, quindi, di raggiungere l’altezza ottimale per gli adulti.


Bibliografia:

  1. Lloyd, RS and Oliver JL. Strength and Conditioning for Young Athletes: Science and Application. Routledge, 2014. https://www.amazon.co.uk/Strength-Conditioning-Young-Athletes-Rhodri/dp/0415694892
  2. Haymond, M., Kappelgaard, AM., Czernichow, P., Biller, BM., Takano, K., Kiess, W. (2013). Early Recognition of Growth Abnormalities Permitting Early Intervention. Acta Paediatr 102(8): 787-796. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23586744
  3. National Screening Committee. National Screening Committee policy- growth screening. Avaliable at: http://www.screening.nhs.uk/growth(accessed on March 25, 2017).
  4. Grote, F., Oostdijk, W., De Muinch Keizer-Schrama, S., van Dommelen, P., van Buuren, S., Dekker, F. (2008). The Diagnostic Work Up of Growth Failer in Secondary Health Care; An Evaluation of Consensus Guidelines. BMC Pediatr8-21. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2422838/
  5. de Onis, M., Garza, C., Victora, C., Onyango, A., Frongillo, E., Martines, J. (2004). The WHO Multicentre Growth Reference Study: planning, study design, and methodology. Food Nutr Bull25(1) 15-26. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15069916
  6. Tanner, J., Goldstein, H., Whitehouse, R. (1970). Standards for children’s height at ages 2-9 years allowing for heights of parents. Archives of Disease in Childhood. 45: 755-762. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1647404/
  7. Sherar, L., Mirwald, R., Baxter-Jones, A., Thomis, M. (2005). Prediction of adult height using maturity-based cumulative height velocity curves. Journal of Pediatrics. 147: 508-514. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16227038
  8. Ahmed, ML., Allen, AD., Sharma, A., Macfarlane, JA., Dunger, DB. (1993). Evaluation of a district growth screening programme: The Oxford Growth Study. Arch Dis Child 69(3) 361-365. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1029521/
  9. de Onis, M., Onyango, A., Borghi, E., Siyam, A., Blossner, M., Lutter, C. (2012). Worldwide implementation of the WHO Child Growth Standards. Public Health Nutr12: 1-8. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22717390
  10. Malina R.M. et al., (2004) Maturity-associated variation in the growth and functional capacities of youth football (soccer) players 13–15 years. European Journal of Applied Physiology, Volume 91, Issue 5–6, pp 555–562. https://link.springer.com/article/10.1007/s00421-003-0995-z