La maggior parte delle persone sa che l’esercizio fisico regolare fa bene alla salute. Una nuova ricerca mostra che potrebbe renderci più intelligenti.

I neuroscienziati della OHSU di Portland, in Oregon, che lavorano con i topi, hanno scoperto che una breve scarica di esercizio fisico aumenta direttamente la funzione di un gene che aumenta le connessioni tra i neuroni dell’ippocampo, la regione del cervello associata all’apprendimento e alla memoria.

La ricerca è pubblicata online sulla rivista eLife.

esercizio fisico regolare

L’allenamento è economico, e non è necessario avere un abbonamento alla palestra o correre 10 miglia al giorno“, ha detto l’autore co-senior Gary Westbrook, MD, scienziato senior all’OHSU Vollum Institute e Professor of Neurology nella Scuola di Medicina OHSU.

Ricerche precedenti su animali e persone mostrano che l’esercizio fisico regolare favorisce la salute generale del cervello. Tuttavia, è difficile districare i benefici generali dell’esercizio al cuore, al fegato e ai muscoli dall’effetto specifico sul cervello. Ad esempio, un cuore sano ossigena l’intero corpo, incluso il cervello.

Gli studi precedenti sull’esercizio si concentrano quasi tutti sull’esercizio sostenuto“, ha detto Westbrook. “Come neuroscienziati, non è che non ci preoccupiamo dei benefici sul cuore e sui muscoli ma volevamo sapere il beneficio specifico del cervello dell’esercizio.”

Così gli scienziati hanno progettato uno studio su topi che specificatamente misurava la risposta del cervello a singoli periodi di esercizio fisico regolare in topi altrimenti sedentari che venivano posizionati per brevi periodi su ruote da corsa. I topi hanno percorso alcuni chilometri in due ore.

Lo studio ha rilevato che “esposizioni” all’esercizio fisico regolare- l’equivalente umano di una partita settimanale di pallacanestro, o di 4.000 passi – hanno promosso un aumento delle sinapsi nell’ippocampo. Gli scienziati hanno fatto la scoperta chiave analizzando i geni che sono stati aumentati nei singoli neuroni attivati ​​durante l’esercizio.

Un particolare gene si distingue: Mtss1L. Questo gene era stato ampiamente ignorato negli studi precedenti nel cervello. “Questa è stata la cosa più eccitante“, ha detto l’autrice del coproduzione Christina Chatzi, Ph.D.

Il gene Mtss1L codifica per una proteina che causa la flessione della membrana cellulare. I ricercatori hanno scoperto che quando questo gene viene attivato da brevi raffiche di esercizio, promuove piccole crescite su neuroni noti come spine dendritiche – il sito in cui si formano le sinapsi.

In effetti, lo studio ha dimostrato che una scarica importante di esercizio fisico è sufficiente per innescare il cervello per l’apprendimento.

Nella fase successiva della ricerca, gli scienziati pianificano di accoppiare periodi di esercizio acuto con attività di apprendimento per comprendere meglio l’impatto sull’apprendimento e sulla memoria.


  1. Christina Chatzi, Gina Zhang, Wiiliam D Hendricks, Yang Chen, Eric Schnell, Richard H Goodman, Gary L Westbrook. Exercise-induced enhancement of synaptic function triggered by the inverse BAR protein, Mtss1LeLife, 2019; 8 DOI: 10.7554/eLife.45920