SUP è l’acronimo di Stand Up Paddling, ovvero pagaiare in piedi su una tavola da surf.  Molti surfisti si sono convertiti a questa disciplina per la sua versatilità e la sua efficacia come allenamento fisico, ma la sua maggior diffusione sta avvenendo grazie alla facilità di approccio da parte dei neofiti. Infatti le moderne tavole da SUP per principianti hanno una grande stabilità e consentono un avvio allo sport e al divertimento estremamente rapido.

STORIA

Una disciplina, il SUP, che sembra nuova, ma in realtà è antica: già se ne parlava nel 1700, quando l’esploratore James Cook parlava di sportivi che “pagaiavano” stando in piedi su una grossa tavola.
Lo sport del surf in piedi o SUP su tavola nasce alle Hawaii negli anni Cinquanta. Nasce per caso e all’inizio si chiama “Beachboy Surfing”. Negli anni Settanta lo Stand Up Paddling è uno sport affermato e molto in voga.

LO SPORT

Per fare surf in piedi si necessita di una tavola più grande: oggi, a differenza del passato, le tavole sono sempre più leggere grazie all’utilizzo della fibra in carbonio.
Non è difficile imparare a fare SUP, soprattutto se si pratica già il surf e il windsurf.
Si tratta di un sport facile anche per chi non ha mai fatto surf.
Sempre meglio fare un corso di SUP, per imparare subito la tecnica al meglio, e non commettere classici errori da autodidatta.

Sport Alternativi: lo Stand Up Paddle in Italia

REGOLAMENTO

I regolamenti attuali, sono di vari livelli, dato che ad oggi, non essendo stato ancora riconosciuto come olimpico, le federazione di molti stati adottano sfaccettature differenti.
In sintesi le Gare Race ( misure tavole 12’6 o 14’ piedi) sono gare essenzialmente di velocità e resistenza: si disputano su un chilometraggio che va dai 5 ai 18 km, in cui si parte tutti insieme e chi arriva primo vince.
Nelle Gare Wave( quindi molto simile al surf da onda) le gare sono svolte a batterie da 4, dove in un determinato tempo (15’ circa) gli atleti devono esprimersi al meglio, cercando di prendere l’onda migliore ed acquisire un punteggio di manovra sull’onda, deciso da 4 giudici.

IN ITALIA

Abbiamo nel nostro panorama nazionale e vari atleti emergenti, è uno sport che sta appassionando molti ragazzi, ma attualmente l’unico Rider davvero degno di nota, è il nostro Atleta Leonard Nika ( 13° nel ranking mondiale ) ed uno dei 33 prescelti per il world series 2017 organizzato da Redbull.

NEL MONDO

Attualmente molti sponsor si stanno interessando al Sup, ed uno di questi è proprio REDBULL, dove quest’anno monopolizzeranno il World Series e recluteranno i 33 migliori atleti mondiali, per formare un circuito blindato, modello formula 1, con alla base per ogni tappa, di un montepremi cospicuo che va dai 30 ai 50mila $ a tappa.

 

Sito Web Federazione : http://www.isupa.it/