Solo un’ora alla settimana di camminata veloce – come se si fosse in ritardo a un appuntamento o si stesse cercando di non perdere un treno – allontana certe disabilità negli anziani con dolore da artrite, o dolore o rigidità in un ginocchio, anca, caviglia o piede. Questo è ciò che riporta un nuovo studio.

Questo è quello che serve alle persone anziane per mantenere la loro indipendenza: meno di 10 minuti al giorno di camminata veloce.”, ha detto l’autrice principale Dorothy Dunlop, professore di medicina preventiva alla Northwestern University Feinberg School of Medicine. “Questa soglia minima può motivare gli anziani inattivi a iniziare il loro percorso verso uno stile di vita fisicamente attivo con l’ampia gamma di benefici per la salute favoriti dall’attività fisica“.

Lo studio è stato pubblicato il 1 aprile nell’American Journal of Preventive Medicine.

Si stima che 14 milioni di adulti più anziani negli Stati Uniti abbiano osteoartrosi del ginocchio sintomatica, che è la forma più comune di artrosi. Circa due persone su cinque con osteoartrite – la maggior parte delle quali l’hanno nelle articolazioni inferiori – sviluppano limitazioni e disabilità.

Lo studio ha rilevato che un’ora settimanale di attività fisica da moderata a intensa, rappresentata da una camminata veloce, permetteva agli anziani di mantenere la capacità di svolgere attività quotidiane come vestirsi o attraversare una strada prima che il segnale del semaforo fosse cambiato.

L’ora settimanale di esercizio, svolta attraverso una camminata veloce, riduceva il rischio di invalidità motoria dell’85 percento e il rischio di disabilità della vita quotidiana (difficoltà nell’eseguire compiti di routine mattutini come camminare attraverso una stanza, andare al bagno e vestirsi) di quasi il 45%.

Quattro anni dopo l’inizio dello studio, il 24% degli adulti che non hanno fatto l’ora settimanale di attività fisica vivace camminava troppo lentamente per attraversare in sicurezza la strada, e il 23% ha segnalato problemi durante la routine mattutina.

I ricercatori dello studio hanno analizzato quattro anni di dati di oltre 1.500 adulti nell’Iniziativa nazionale per l’osteoartrite di Baltimora, Pittsburgh, Columbus e Pawtucket, nel Rhode Island. Gli adulti avevano tutti dolore o rigidità nelle articolazioni degli arti inferiori da osteoartrosi ma erano liberi da disabilità quando hanno iniziato lo studio. La loro attività fisica è stata monitorata usando gli accelerometri.

Il nostro obiettivo era vedere quale tipo di attività avrebbe aiutato le persone a rimanere prive di disabilità“, ha detto Dunlop.

Le linee guida federali raccomandano agli anziani con artrite di partecipare ad attività a basso impatto. Per sostanziali benefici per la salute, tra cui la riduzione del rischio di malattie cardiache e di molte altre malattie croniche, queste linee guida raccomandano che gli adulti più anziani partecipino ad almeno 2,5 ore settimanali di attività a intensità moderata.

Ma quel livello di attività può essere scoraggiante per gli anziani inattivi con dolore agli arti inferiori, ha detto Dunlop.

Ci auguriamo che questa nuova scoperta sulla salute pubblica possa motivare a porsi un obiettivo di attività fisica almeno intermedio“, ha affermato Dunlop. “Un’ora alla settimana è un trampolino di lancio per le persone che sono attualmente inattive e le persone possono iniziare a lavorare in questo senso.


Riferimenti:

  1. Dorothy D. Dunlop, Jing Song, Jennifer M. Hootman, Michael C. Nevitt, Pamela A. Semanik, Jungwha Lee, Leena Sharma, Charles B. Eaton, Marc C. Hochberg, Rebecca D. Jackson, C. Kent Kwoh, Rowland W. Chang. One Hour a Week: Moving to Prevent Disability in Adults With Lower Extremity Joint SymptomsAmerican Journal of Preventive Medicine, 2019; DOI: 1016/j.amepre.2018.12.017