Ancora un evento superlativo, per la presenza e il contributo di molti specialisti di altissimo livello, per la partecipazione di professionisti il cui desiderio di vivere forti emozioni e rivoluzionare un settore, una società e una cultura, ha permesso di dedicare 11 ore filate in una sala, alla ricerca d’informazioni ed esperienze di successo dalle quali attingere per migliorare.

SUMMIT Scienze Motorie 2016
Il Summit Scienze Motorie è il segnale di una rivoluzione in atto, un palco che da voce e presenza a chi produce, a chi trova soluzioni differenti e ha smesso da un pezzo di piangersi addosso, aspettando che altri decidano per il proprio futuro.
Non parla chi teorizza, chi ipotizza o chi fa demagogia, ma chi produce risultati, con il giusto atteggiamento per coinvolgere.

Il pubblico al SUMMIT Scienze Motorie 2016Chi era in sala ne ha capito il valore, “molto molto oltre quello economico”, come spesso mi è stato riferito. La nostra missione non è mai stata quella di ospitare tutti, il Summit non è un evento per tutti, ma selezionare i portatori di quell’energia incontenibile che ispira e fa muovere, perché di movimento parliamo, dalle idee che originano da un movimento psicologico, i progetti, che nascono solo muovendosi e le azioni impetuose che determinano i grandi cambiamenti, gli stili di un’epoca e quello che lasceremo alle generazioni future.

Per la prima volta nella storia delle Scienze Motorie abbiamo definito figure e ruoli che non venivano contemplati: YouTuber, riconoscimento conferito a Umberto Miletto, Blogger, riconoscimento conferito a Riccardo Borgacci e Blog Innovativo, riconoscimento conferito a Project Invictus con Andrea Biasci.
Ancora un segnale forte di cambiamento, con l’obiettivo di invitare molti altri a spingersi oltre e utilizzare tutti gli strumenti che possono permettere ai professionisti di trasferire l’importanza del movimento.

Premiazione di Umberto Miletto durante il Summit di Scienze Motorie Premiazione di Riccardo Borgacci durante il Summit di Scienze Motorie Premiazione di Andrea Biasci durante il Summit di Scienze Motorie

Il primo saluto e ringraziamento va a tutti i partecipanti, veri ESPLORATORI, che c’erano, senza scuse e hanno reso possibile un lungo salto avanti in un viaggio destinato a rendere le Scienze Motorie una realtà solida e conosciuta, contagiando le persone ad abbracciare la missione di vivere emozioni positive e gli sportivi a segnare nuovi record, esprimendo in ogni sua forma lo straordinario potenziale umano.

Onore e merito a tutti gli Speakers del Summit, nelle Scienze Motorie i prototipi umani di nuova generazione. Grazie per aver dato molto più di quello che era immaginabile, siete la dimostrazione vivente di quanto creativa e brillante possa essere la mente quando coniuga scienza, sport e motivazione.

Il pubblico al SUMMIT Scienze Motorie 2016

Un ringraziamento a tutto il Team che ha collaborato all’organizzazione di questo evento, gente che dorme poco e pensa sempre come fare meglio in ogni occasione. Siete la differenza che fa la differenza.

Il Summit è un evento spettacolare e irripetibile, ogni edizione è diversa dalla precedente, lo è per rimanere indelebile nella vita di chi lo vive e porta a un nuovo livello la propria crescita personale. Sempre lo sarà.

Ad Maiora.