NEL PAESE DELLA BUGIA, LA VERITA’ E’ UNA MALATTIA.
Gianni Rodari

Una delle caratteristiche che ho imparato a osservare delle persone che realizzano i propri obiettivi, sono i “RITUALI”. Lo facevo come atleta, l’ho fatto come preparatore fisico e lo faccio ancora oggi. Ogni persona che fissa obiettivi e li raggiunge, compie ciclicamente delle azioni, evitandone altre.
Altra cosa molto utile che ho imparato a individuare è che se porta un giogo e raglia, è un SOMARO.

Il programma Talk Show Scienze Motorie, ha portato davanti agli occhi di tutti, decine e decine di casi di laureati in Scienze Motorie (70 puntate registrate ad oggi) che ottengono importanti risultati nel lavoro e grandi successi personali, oltre che spiegare agli utenti il valore delle Scienze Motorie.
Non hai denaro da investire per aprire il tuo studio o la tua palestra? Guardati la puntata con Fabio Inka, che partendo da 0, oggi è uno dei più noti personal trainer e personaggi televisivi italiani (senza alcuna spesa di gestione o affitto, acqua, luce e gas).
Vuoi scoprire come altri sono andati a lavorare all’estero e oggi sono Top Trainer? Guardati la puntata con Francesco Berrè o Giovanna Lecis. Segui la puntata con Salvatore Buzzelli, Armando Calligaris, Umberto Miletto, Big Frank Casillo, Andrea Biasci, Sandro Bencardino….guardale o ascoltale tutte sul PODCAST e prima di puntare il dito per incolpare chi non obbliga i clienti a rivolgersi a te, o addirittura i clienti stessi per non capire che TU HAI PRESO UNA LAUREA IN SCIENZE MOTORIE e SOLO TU dovresti avere il diritto di “prescrivere” quali esercizi fisici possono compiere, quel dito….puntalo allo specchio, fissandoti negli occhi, ricordando che il tempo scorre inesorabile e la clessidra si porta via ogni giorno, che tu stia accovacciato a piangerti sulle ginocchia o che dimostri il tuo VALORE sul campo.
Le persone vogliono conoscerti, incontrarti, pagarti e consigliarti ad amici e parenti, a patto che tu sappia comunicare il tuo valore e per quale motivo dovrebbero rivolgersi a te piuttosto che a uno sciamano.

Uno dei grandi Professionisti con il quale ho il piacere di collaborare, oggi Coordinatore Scientifico del Dipartimento ATS, è Luca Russo: Laureato in Scienze Motorie, Specializzato, Master, Corso di Perfezionamento, Dottorato di Ricerca, Seconda laurea in Tecniche Ortopediche, Terza Laurea, in itinere, in Podologia. Luca Russo, dimostrando ancora una volta di che pasta sia fatto un Dottore in Scienze Motorie, oltre ad essere il Moderatore del Summit in programma Sabato 05 Novembre a Milano, presenterà un argomento tanto arguto quanto lui stesso è: “La ricerca scientifica come elemento differenziante delle Scienze Motorie”… SI PROPRIO COSI’, hai capito bene! Luca Russo spiegherà come differenziarti nella galassia del mercato del fitness, dello sport, dell’educazione e della rieducazione, imponendoti con eleganza e autorevolezza. Ciò che lui ha fatto, posizionandosi al vertice tra molti ricercatori e autori nel mondo delle Scienze Motorie. Solo chi ha raggiunto determinati risultati può insegnarti come fare lo stesso, in caso contrario è sola e spesso inutile teoria.

Se ti stai domandando perché il Summit non sia un evento per tutti e perché solo alcuni professionisti vi accedono, la risposta più chiara e sintetica è questa:
Il Summit Scienze Motorie è un evento rivolto esclusivamente ai Professionisti che amano l’azione e desiderano lavorare con successo nel mondo delle Scienze Motorie, acquisire nuove competenze, aggiornarsi sulle strategie più funzionali per un mercato in continua evoluzione, incontrare chi sta lavorando con profitto nel mondo delle Scienze Motorie, entrare in un network di successo che permetta di accelerare la propria crescita personale e professionale, imparare dall’esperienza altrui, accedere a servizi esclusivi e formule di business innovative.
Sappi che qualsiasi futile lamentela che non sia supportata da una soluzione creativa ed efficiente, potrebbe scatenare un’inferno in una sala del genere.

Per tutto il resto, chi rimane escluso da tale profilo, non farà fatica a trovare una spalla amica sulla quale piangere e moduli per la raccolta firme per il riconoscimento della figura professionale. Panacea di tutti i mali.

E’ sorprende osservare come molti professionisti da oltre 25 anni, investano il proprio futuro nella speranza che qualcuno dall’alto, in Italia, garantisca un flusso di entrata e una posizione professionale solida, soprattutto in una società liquida come quella attuale e riescano a evitare accuratamente d’imparare cosa potrebbe permettergli di raggiungere risultati molto più soddisfacenti in “UNA SOLA GIORNATA”.

Uno degli atroci commenti che spesso leggo rispetto al fatto che il Summit si svolga appunto in una sola giornata (a favore dei professionisti provenienti da tutta Italia) è che una singola giornata non permetta d’imparare.
Il Summit propone in un’unica sala e in un unico giorno, alcune delle più brillanti menti nel tuo ambito specifico di lavoro, al costo di 99€ ovvero il biglietto d’accesso obbligatorio per riconoscere chi ha veramente interesse a investire su se stesso.
Come sappiamo entrambi, potrebbero volerci mesi o forse anni ad imparare qualsiasi nozione basilare per chi non è interessato a farlo e l’ultimo dei nostri pensieri è inculcare nella mente di chi oppone resistenza al cambiamento, le nuove regole del mercato e i più sofisticati aggiornamenti scientifici.
La domanda è: “Per quanto tempo qualcuno dovrà indicarti la direzione, perché tu decida d’intraprenderla?” Più rapida sarà la tua reazione, migliori saranno i tuoi risultati.
Chi parteciperà al Summit, avrà informazioni e opportunità che mai sono state presentate.
A te la scelta di trovare una valida giustificazione per non partecipare al Summit, consapevole che giustificarsi a se stessi è la più grande bugia, oppure esserci e trovare la tua direzione.

Spero d’incontrarti Sabato 05 Novembre allo Sheraton Milan Malpensa per la seconda edizione del Summit Scienze Motorie:

www.scienzemotorie.com/summit2016