Vito Azzone

FORMAZIONE:
Vito Azzone, dottore in Scienze Motorie, Preparatore Fisico Nazionale Under 21 presso FIGC Club Italia.

PERCORSO:
Vito Azzone è stato appassionato allo sport da sempre, in particolare del calcio. Non aveva molta voglia di studiare ma dopo la scuola superiore si è iscritto all’ISEF di Foggia dove ha conseguito il diploma di laurea. Subito dopo ha iniziato a lavorare come istruttore di sala pesi all’interno di una palestra ed è stato lì che si è roso conto che le competenze che aveva appreso durante il periodo dell’università non erano sufficienti per dare un servizio completo e professionale ai suoi clienti.

Poco dopo ha deciso quindi di interrompere quel percorso e di trasferirsi a Roma per iscriversi alla facoltà di Tor Vergata a un master di specializzazione Metodologia dell’allenamento e del Fitness. È qui che Vito si è appassionato per la prima volta alle scienze motorie e comincia quindi a studiare con una passione che non aveva mai avuto prima, leggendo articoli e libri quasi in maniera compulsiva.

Grazie a Roberto Colli che era uno dei suoi professori ha poi cominciato un percorso di quattro anni come collaboratore all’interno del laboratorio di ricerca diretto da Colli. Parallelamente seguiva i tesisti per le loro tesi e negli stessi anni ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienza dello Sport. Oltre alle attività in ambito scolastico, Vito ha continuato a fare esperienze lavorative prima con gli anziani, poi come insegnante di educazione fisica nelle scuole primarie o nelle scuole calcio.

Una prima grande opportunità è stata quella di iniziare a collaborare con la squadra di calcio della Lodigiani e Vito, pur sapendo di dover iniziare senza retribuzione, ha accettato, convinto fosse un treno da non farsi scappare. Nel tempo la collaborazione si è fatta sempre più stretta e alla fine è diventato il preparatore della beretti e poi anche gli allievi.
Iniziato così il percorso da preparatore Vito ha poi fatto molte esperienze a partire da una molto importante in Algeria per poi andare a lavorare a Livorno in serie A come secondo, poi alla Cisco e in seguito a Benevento, prima negli allievi e poi in prima squadra in lega pro. Dopo queste esperienze ha avuto l’opportunità di andare a lavorare per la nazionale italiana under 21, grazie al rapporto che lo legava a Gigi Di Biagio, attuale allenatore della nazionale.

 

Altri Articoli

Gli ultimi articoli nel mondo delle Scienze Motorie
valutazione somatotipo Somatotipo: valutazione e maturità biologica

La componente mesomorfica è connessa alle esigenze di sportivi ai quali viene richiesta un elevata forza muscolare (Gualdi et al.1993; Rakovic et al. 2015), mentre l’ectomorfia è ... ...

approccio chinesiologico alla postura Approccio chinesiologico alla postura

La postura è la parte visibile di una serie di adattamenti ed interni all’organismo che si riassumono come la posizione istantanea del corpo nello spazio e la relazione spaziale tr... ...

chinesiologia del cammino Chinesiologia del cammino

Troppo spesso si percepisce gli approcci al cammino come qualcosa di lontano dalla motricità dell’essere umano, di eccessivamente meccanico. Allo stesso tempo invece, è raro t... ...

plicometria e composizione corporea Plicometria ed equazioni per valutare la composizione corporea

La prima parte di una valutazione antropometrica riguarda sicuramente quelle che sono le misure come la statura, la statura da seduto e l’altezza del tronco. La seconda consiste... ...

moxibustione atleta Moxibustione nell’atleta: sostenere l’energia vitale nello sportivo

Che cosa implica fare sport? Soprattutto quando e in maniera agonistica, quando impegna le riserve energetiche e psico-fisiche della persona? Che ruolo ha la moxibustione nell’a... ...

Salvatore Buzzelli e Carmelo Bosco La mia collaborazione con il Prof. Carmelo Bosco

La mia collaborazione con il Prof. Carmelo Bosco. Un ricordo indelebile di un grande uomo ed un periodo fantastico dal punto di vista professionale.

...