Matteo Marconcini

Si ferma a un passo dal podio l’ottima Olimpiade dell’aretino Matteo Marconcini negli 81 kg, fermato solo nella finale per il bronzo dal moldavo Sergiu Toma.

A decidere l’incontro è stato un ippon di sumi-gaeshi, che tuttavia non sminuisce le grandi prestazioni del toscano appassionato di surf, che si era qualificato ai Giochi in soli 4 tornei nel 2016 e numero 35 del ranking mondiale.
Matteo Marconcini ha messo in fila, nell’ordine, il filippino Nakano, il belga Bottieau, n. 7 nel ranking, e il moldavo Duminica, prima di arrendersi al georgiano Tchirikishvili, numero uno del ranking. Nei ripescaggi invece ha sconfitto il bulgaro Ivanov, numero 4 del ranking, dopo un interminabile match conclusosi al golden score dopo quasi 10 minuti di battaglia.
Gli esempi di sportivi professionisti di Matteo Marconcini sono Federer e Castrogiovanni, modelli di impegno e perseveranza che sono le stesse qualità che gli hanno permesso di sfiorare ieri il podio olimpico, nonostante l’intervento alla spalla che lo ha tenuto fuori gioco per 9 mesi.
Romano di adozione, ma vero aretino di nascita, Matteo Marconcini, classe 1989, è certmanente una delle grandi promesse del judo italiano.
Dopo l’oro di Fabio Basile e l’argento di Odette Giuffrida, tutta l’Italia aveva sperato di festeggiare un nuova medaglia.
Matteo oltre al judo è appassionato e  pratica il surf e ama “il rugby e il tennis, due sport che adoro e che guardo spessissimo”.
Nella 63° Puntata del Talk Show Scienze Motorie le parole di un campione che ha lottato alle Olimpiadi di Rio e che ha dimostrato tutto quello che ci aveva detto solo qualche settimana fa.
L’insegnamento che dobbiamo imparare a cadere per rialzarci. Questa è la filosofia del judo e di Matteo Marconcini, un grandissimo atleta, un grande campione e una grande persona. In conversazione con Giacomo Catalani su come vincere nello sport e nella vita.

Altri Articoli

Gli ultimi articoli nel mondo delle Scienze Motorie
chinesiologia della caviglia Chinesiologia e funzionalità della caviglia

La caviglia è un segmento del corpo che interviene in tantissimi movimenti della vita quotidiana e sportiva. Una articolazione molto particolare, perché da un punto di vista anatomi... ...

Camminare veloce in gravidanza Camminata veloce in gravidanza pro e contro

Le tre scuse più utilizzate dalle gestanti per rimanere sedentarie sono mancanza di tempo, fatica, mancanza di energie e disconfort fisico.

...
Chinesiologia e sistema muscolare Sistema muscolare e chinesiologia

Il sistema muscolare è un effettore, uno strumento attraverso il quale riusciamo a muovere le nostre articolazioni e le nostre ossa. Riusciamo a produrre movimento che viene studiato... ...

CELIACHIA Celiachia: cause e rimedi

La Celiachia non è considerata una vera e propria malattia, è più una sindrome ormai nota da molti anni. In questi ultimi anni il numero di persone affetti da celiachia sono aument... ...

principi base esercizio funzionale.pg Principi base della programmazione dell’Esercizio Funzionale

L’allenamento è un processo complesso che fonde scienza, arte, esperienza, buon senso, capacità di adattamento, inventiva, logica ma soprattutto conoscenza del corpo umano e dei p... ...

motivazione allo sport durante la pandemia Motivazione allo sport durante la pandemia

La motivazione è uno stato interno che attiva dirige e mantiene nel tempo il comportamento di un individuo, finalizzato a realizzare un determinato scopo in relazione a condizioni di... ...