Eros Selvanizza

PERCORSO:
Eros Selvanizza, ricercatore scientifico in ambito oceanografico e della propagazione del suono, ha iniziato la pratica dello yoga già nel 1965 e si è poi diplomato con il maestro Andrè Van Lysebeth. In seguito ha approfondito lo studio dello yoga seguendo gli insegnamenti dei più grandi maestri dell’India, in particolare Swami Chidananda e Swami Krishnananda della Divine Life Society.

Eros Selvanizza ha successivamente integrato le sue conoscenze yogiche con gli insegnamenti personali di Padre Bede Griffiths e attraverso un carteggio tra yoga e tradizione cristiana che prosegue ormai da molti anni con la comunità monastica di Camaldoli.

Selvanizza è presidente da 18 anni della Federazione Italiana Yoga (FIY) che raggruppa migliaia di insegnanti di yoga ed è inoltre docente supervisore alle scuole nazionali di formazione per insegnanti di yoga della Federazione Italiana Yoga. Esperto di meditazione, Eros Selvanizza insegna e studia da molti anni diverse vie meditative con particolare attenzione agli aspetti scientifici.

Eros Selvanizza da circa 30 anni è rappresentante della Federazione Italiana Yoga presso l’Unione Europea Di Yoga e contemporaneamente insegna metodologia yoga presso le Università degli studi di Parma, di Bologna e di Bolzano.

È inoltre firmatario del protocollo d’intesa tra Federazione Italiana Yoga e Ministero dell’Istruzione per l’inserimento dello yoga nelle scuole pubbliche italiane e firmatario del protocollo di intesa tra la FIY l’Università di Parma per l‘accumulo di crediti formativi per gli studenti universitari che praticano yoga con insegnanti federali.

Eros Selvanizza è direttore dell’istituto di ricerca Benessere e Yoga e del corso di specializzazione in Yogawellness.

Giacomo Catalani:
“Qual è la posizione dello Yoga rispetto alla medicina?”

Eros Selvanizza:
“Oggi lavoriamo, insieme con le università indiane, per l’elaborazione di protocolli che sono volti al ristabilimento della salute o comunque alla cura dei sintomi di alcune patologie importanti. Un lavoro molto importante che potrebbe concretizzarsi in ottobre nella sperimentazione, in collaborazione con alcune case farmaceutiche, di alcune tecniche che riguardano il tumore al seno. Questo significa che si sta comprendendo che un’attività terapeutica integrata è la risposta dei tempi moderni a moltissime patologie.

Giacomo Catalani:
“Come ci si avvicina allo Yoga?”

Eros Selvanizza:
“La prima cosa è lasciare che sia lo yoga ad avvicinarsi a noi e questa, per esempio, può essere un’ottima occasione. Comunque ci si avvicina allo yoga per diversi motivi ma in particolare oggi lo si fa per ricercare il benessere e per la necessità sempre più impellente di combattere lo stress che attanaglia ogni giorno di più le persone.

Il disagio che lo stress della vita moderna comporta trova nello yoga una risposta concreta ed efficace che sempre più spesso sta convincendo tante persone ad integrare nella propria vita questa attività che è sia fisica che mentale.“

Giacomo Catalani:
“Qual è l’approccio più importante allo yoga?”

Eros Selvanizza:
“Bisogna iniziare con lo yoga concentrandosi soprattutto sul piano fisico. Ogni manifestazione del distress si traduce inevitabilmente in qualche contrazione muscolare in una parte del corpo e in particolare nei plessi emozionali. La parte fisica è quindi fondamentale per iniziare a sciogliere queste tensioni e iniziare quindi a lavorare sul piano mentale là dove si sono originate.

Le sedute di yoga si compongono quindi inizialmente di tre livelli: quello più importante che è fisico, quello legato alla respirazione che più leggero e infine un livello dedicato all’aspetto del rilassamento che è ancora più lieve.“

Giacomo Catalani:
“Come nasce lo yoga?”

Eros Selvanizza:
“Lo yoga è un’antica disciplina indiana di indagine esistenziale, lo Yoga si presenta come un variegato sistema in grado di aiutare a risolvere molti problemi psicofisici e di vita. Lo Yoga affonda le radici nella notte dei tempi, nella più profonda antichità dell’India, quella più misteriosa e spirituale. Già l’etimologia della parola “yoga” può fornirci qualche utile indicazione su questa disciplina. Si tratta di un vocabolo dell’antica lingua sanscrita che deriva dalla radice del verbo “yuj” e significa “aggiogare”. Lo yoga ha appunto la finalità di “aggiogare” la personalità umana, soprattutto la parte istintuale di essa, orientandola verso scopi ed obiettivi più alti.“

Giacomo Catalani:
“Qual è secondo te il potenziale dello yoga per quanto riguarda la prevenzione e la cura?”

Eros Selvanizza:
“Secondo me enorme. Abbiamo iniziato già alcuni anni fa una sperimentazione al Regina Coeli di Roma in cui collaboriamo, attraverso i nostri volontari, con il reparto di oncologia. Viene applicato un protocollo terapeutico basato sullo yoga che è stato apprezzato moltissimo dai pazienti ma anche dai medici e da tutto il personale specializzato.

Questa esperienza è destinata a continuare e mi dà la convinzione che il potenziale dello yoga per integrarsi con le classiche attività di cura e prevenzione sia enorme e destinato ad avere un grandissimo riscontro.“

Giacomo Catalani:
“Cos’è per te la meditazione?”

Eros Selvanizza:
“La meditazione si divide per me in due fasi: una parte che richiede una certa immobilità del corpo e grande stabilità della mente che si ottiene attraverso la lettura e le riflessioni sui tasti sacri, sia orientali che occidentali, perché in fondo i concetti alla base si assomigliano molto. La seconda fase è quella che deve coinvolgere la meditazione durante la giornata perché il suo destino è quello di essere permanente e non solo legata all’attività dello yoga.“

Sito professionale di Eros Selvanizza

Altri Articoli

Gli ultimi articoli nel mondo delle Scienze Motorie
allenamento contro resistenza sport combattimento Allenamento contro la resistenza negli sport di combattimento e nelle arti marziali
Quando si parla di allenamento contro la resistenza, è bene specificare sin da subito che si tratta dell’allenamento con sovraccarichi. Tutti i praticanti... Read more » ...
problematiche articolari ed esercizio negli anziani Problematiche articolari ed esercizio negli anziani
Tra le patologie croniche che più caratterizzano gli anziani nel nostro paese, secondo i dati ISTAT, si confermano nel 2022 l’ipertensione e i... Read more » ...
osteoporosi ed esercizio fisico Osteoporosi ed esercizio fisico
Osteoporosi L’osteoporosi è una malattia dello scheletro caratterizzata da una bassa densità ossea e dal deterioramento della micro architettura del tessuto osseo, con... Read more » ...
test specifici negli sport da combattimento Test specifici negli sport da combattimento e arti marziali
Negli sport da combattimento così come nelle arti marziali, la valutazione gioca un ruolo chiave ma spesso questa viene effettuata solo da un... Read more » ...
sarcopenia senile esercizio fisico Sarcopenia senile, fragilità ed esercizio fisico
La sarcopenia è una condizione prevalentemente geriatrica, caratterizzata da una perdita graduale della massa e della funzione muscolare. È uno dei principali problemi... Read more » ...
funzionalità del core nelle arti marziali e negli sport di combattimento Funzionalità del core nelle arti marziali e negli sport di combattimento
Ormai è ben noto come la funzionalità del core ed il relativo allenamento è molto importante non solo nella componente sportiva ma anche... Read more » ...