Andrea Dragoni

Giacomo:
“Come è andata l’esperienza di questo viaggio in Cina?”
Andrea Dragoni:

“Grazie innanzitutto per avermi invitato, sono molto contento di essere venuto e lo dico a posteri perché sono partito con un grosso punto interrogativo. Ho avuto nel tempo altre occasioni per fare questo viaggio in Cina ma per vari motivi ho sempre rimandato. Questa volta invece ho deciso di venire a fare questa esperienza con il dottor Zhou, anche grazie a un mio amico che ha deciso di venire partendo dall’Arizona.

Fondamentalmente l’aspettativa era una: avevo già sentito da una parte tua di questa esperienza della trasmissione del Qi però io non ho mai dubbi su questo genere di cose. Durante gli studi di medicina cinese ho avuto molto rispetto e sono sempre stato convinto che se la cultura cinese e in particolare quella della medicina, è stata sviluppata da millenni da menti di grande spessore non c’è motivo per dubitare che sia di grande valore.

Pur non avendo dubbi che esista un aspetto immateriale del mondo, quando ho provato su di me questa trasmissione di energia del dottor Zhou, sono rimasto sconvolto. Avere la certezza che questo genere di cose è reale e replicabile è stata veramente un’esperienza incredibile.

Oltretutto sono rimasto molto sorpreso dalla disponibilità del dottore che si è messo a disposizione come non avrei pensato e che mi ha fatto rivalutare anche il nostro rapporto con la Cina e il suo popolo.”

Giacomo:
“Pensi di poter fare un percorso in questa direzione?”
Andrea Dragoni:

“Si vedrà…forse mi spaventa questo percorso pluriennale. Mai dire mai. Finora non avevo mai provato ma adesso ho avuto la conferma che una persona può trasferire il Qi, quindi a questo punto è possibile tutto. Si può arrivare a pensare che maestri che portano avanti questa cultura dei Qi, così all’ennesima potenza, possono fare cosa ancora più incredibili. Se fino mi avessero detto, prima di tre mesi fa prima quando me l’hai detto te, che un individuo potesse trasferire energia elettrica senza toccarti in maniera così potente, non ci avrei creduto.

Ti posso dire trasferimento di calore esiste però qui si parla di un passaggio energetico “folgorante” quindi a questo punto è possibile tutto.”

Altri Articoli

Gli ultimi articoli nel mondo delle Scienze Motorie
Analisi biomeccanica del movimento attraverso i grafici angolo-angolo

Nelle analisi biomeccaniche e più in genere nella misurazione del movimento umano si è soliti trasporre in forma grafica e in funzione del tempo alcune variabili come ad esempio la ... ...

efficacia del metodo pilates Efficacia del Metodo Pilates: riscontri scientifici

Il Metodo Pilates è una ginnastica Funzionale, Posturale a carattere Globale che trova le sue origini alla fine del 1800. Esso si ispira ed utilizza molti degli esercizi del repertor... ...

psico-neuro-endocrino-immunologia Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia: PNEI

La Psico Neuro Endocrino Immunologia (PNEI) studia le reciproche interazioni tra sistema nervoso, sistema endocrino e sistema immunitario.

...
modello IZOF Il modello IZOF

Il modello IZOF (modello delle Zone Individuali di Funzionamento Ottimale) cerca di spiegare la prestazione sportiva dal punto di vista dell’atleta indagando le emozioni che garanti... ...

percezione dello sforzo fisico Percezione dello sforzo nell’attività fisica

La scala di percezione dello sforzo (Rate of Perceived Exertion, RPE), definita anche Scala RPE, o Scala di Borg è uno strumento ampiamente validato scientificamente per valutare la ... ...

Il sovrallenamento: un evento da considerare

La sindrome da sovrallenamento o overtraining lo possiamo definire come accumulo di stress derivante dall’allenamento che produce un decremento della performance a lungo termine... ...