Moxibustione nell’atleta: sostenere l’energia vitale nello sportivo

Di:   Scienze Motorie  |  1 Marzo 2021

Che cosa implica fare sport? Soprattutto quando e in maniera agonistica, quando impegna le riserve energetiche e psico-fisiche della persona? Che ruolo ha la moxibustione nell’atleta?

Fattore chiave: lo sportivo consuma tanta energia e tanto sangue e con esso le strutture che generano e governano le suddette sostanze.

Questo concetto del consumare sangue è ben visibile nel sesso femminile. Quando l’atleta si allena eccessivamente scompare il flusso mestruale. La chiave energetica sta nel fatto che sussiste un eccessivo consumo di sangue.

Organi da considerare

Fegato (muscoli) – ha la capacità di gestire grossi volumi di sangue e rigenera il sangue attraverso il metabolismo cellulare. Nell’ottica sportiva il fegato attraverso la sua componente energetica ha sotto il suo controllo, la componente tendinea muscolare. Quando noi ci muoviamo, stiamo richiedendo al fegato di rilasciare delle grosse quantità di sangue e di direzionarle verso la componente tendinea muscolare.

Reni (ossa) – il rene per la sua struttura e il suo tessuto bersagliò è proprio la componente ossea, ma ha anche a che fare molto con il sangue. Il rene attraverso un elemento prezioso, produce il midollo.  Per midollo di intende, una sostanza preziosa conservata all’interno di strutture rigide e forti, come ad esempio le vertebre che circondano e proteggono il midollo spinale e il midollo osseo.

Milza – pancreas (trofismo) è molto importante nella MTC perché la milza-pancreas ha a che fare con l’estrapolazione del “qi” degli elementi, cosi contribuendo alla formazione del sangue.

moxibustione atleta

Il rene in relazione allo sportivo

L’organo rene è la base energetica dell’individuo. Ad esso sono legate importanti funzioni come:

  • Accumulare il Jing (essenza);
  • Produrre il midollo (osseo e sistema nervoso);
  • Assicurare la raccolta del qi (assiste il polmone nell’atto inspiratorio).

Il fegato in relazione allo sportivo

L’organo fegato in Medicina Cinese fra le varie funzioni ne svolge alcune particolarmente importanti:

  • Nutre e controlla i tendini: durante il movimento il fegato cede molto del suo sangue ai muscoli;
  • Accumula il sangue: si basa sul fatto che ha la capacità di riceverne in grande quantità e smistarlo ai tessuti (muscoli in caso di attività). Il riposo è fondamentale perché durante la notte il sangue torna al fegato che lo “rigenera”;
  • Assicura il libero fluire del “qi”: è sicuramente la funzione più importante in quanto garantisce il fluire dell’energia a livello sistemico.

Milza-pancreas in relazione allo sportivo

Fra le funzioni della milza-pancreas si ricorda:

Controlla i muscoli e i 4 arti: la muscolatura liscia e striata del corpo umano è nutrita dal sangue della milza che ne garantisce il trofismo. La debolezza e la pesantezza degli arti può essere diretta conseguenze di un deficit del qi dell’organo;

Attenzione al consumo energetico: cosa fare?

Secondo la fisiologia degli organi secondo la MTC gli organi in questione tendono ad andare più facilmente incontro a:

  • Stasi (fegato);
  • Deficit o vuoto (rene e milza-pancreas)

Punti da trattare e zone utili

Punti: GV4; BL23 (scatola)
Localizzazione: zona lombare
Azione: tonifica lo yang di rene

Webinar Scienze Motorie TV+
Moxibustione nell’Atleta: sostenere l’energia vitale nello sportivo vol.3

Docente: Francesco Corsi ha intrapreso il percorso Universitario nelle Scienze Motorie presso l’Università degli studi di Firenze, Laureandosi triennalmente nel 2011,in attività motorie e sportive preventive e adattative, con una tesi dal titolo “Core stability e Taiji, metodiche di ginnastica posturale integrative” con lode. Successivamente consegue la qualifica di Naturopata (2014) presso la scuola Panakeia di Firenze, presso il centro di discipline bionaturali “Sinergie” e si perfeziona nella Posturologia Metodo Raggi® con Pancafit® (2015).

Puoi trovare questi contenuti e molto altro, accedendo a SCIENZE MOTORIE TV+
CLICCA QUI per Maggiori Informazioni