Microbiota: cosa è?

Di:   Scienze Motorie  |  7 Luglio 2021

L’attenzione è sempre più spesso portata verso due termini “microbiota” e “microbioma”, spesso impropriamente utilizzati come sinonimi, entrambi di fondamentale importanza per il funzionamento del nostro organismo.

Il Microbiota si riferisce infatti alla popolazione di microrganismi che colonizza un determinato luogo, nel nostro caso il nostro organismo. Per microbioma ci si riferisce invece al patrimonio genetico posseduto dal microbiota, cioè i geni che quest’ultimo è in grado di esprimere.

Non a caso l’intestino, vista la sua importanza e le sue funzioni all’interno del corpo umano, viene spesso soprannominato “il secondo cervello”.

In questo articolo parleremo di come l’equilibrio del microbiota sia essenziale per la salute e il corretto funzionamento del nostro intestino e dunque di riflesso del nostro corpo.

Cos’è il microbiota?

Sono 500 le specie di batteri che popolano il nostro intestino, divise in 45 generi e 14 famiglie.

Con questo termine si definisce tutta la comunità microbica che si trova in particolare nell’ intestino, nella pelle e nell’apparato genitale.

Nel Microbiota risiede il 70% dell’intero sistema immunitario ed è composta da batteri, parassiti ,virus e lieviti.

Queste comunità di batteri possono vivere in equilibrio tra di loro e dunque apportare benefici all’organismo, o in disequilibrio.

Quando queste comunità vivono in equilibrio vi è una condizione chiamata Eubiosi. Viceversa quando queste entrano in guerra siamo in una condizione chiamata Disbiosi.

Cos’è il microbiota?

ll Microbiota possiamo definirlo un vero e proprio organo, con molte funzioni importanti per l’equilibrio della nostra salute.

Gli acidi grassi a catena corta prodotti dai batteri intestinali del microbiota sono utili a mantenere in salute l’intestino proteggendolo così da infiammazioni.
Il microbiota mantiene inoltre in allenamento il nostro sistema immunitario che ha lo scopo di difesa nei confronti di malattie.

Arricchendo il Microbiota di batteri “buoni” a scapito di quelli “cattivi” (detti patogeni), si promuove un buono stato di salute.

Non dimentichiamoci che l’ intestino è collegato al cervello tramite l’asse “intestino-cervello”. Questi due organi sono infatti strettamente collegati tra di loro e comunicano informazioni costantemente.

Lo scopo è dunque quello di tutelare il nostro intestino nel lungo periodo.
Questo, può essere tutelato attraverso l’utilizzo costante di probiotici.

Cosa sono i probiotici e dove si trovano?

I Probiotici (dal greco “pro-bios”, “a favore della vita”), sono microrganismi viventi e attivi che coadiuvano il benessere della nostra flora intestinale e che si possono trovare:

  • In alcuni alimenti, come lo yogurt addizionato con fermenti lattici vivi o nei cibi fermentati (miso, crauti, tempeh, kimchi, kefir, kombucha).
  • Sotto forma di integratori, molto utili per chi ha una dieta un pò disordinata o chi vuole ripristinare la flora batterica alterata, ad esempio, da una terapia antibiotica o da infezioni gastrointestinali.

Alcuni prodotti d’integrazione che fanno al caso possono essere trovati all’interno del sito https://www.mylabnutrition.net

Cosa aspettarci dai probiotici?
Cosa aspettarci dai probiotici?

L’intestino è in grado di influenzare tutta la nostra vita in positivo o in negativo. Tutto dipende dalle nostre abitudini e dai nostri comportamenti.

Tutelare l’equilibrio dell’ambiente intestinale per permettere la predominanza di “batteri buoni” è quindi fondamentale per la nostra salute psico-fisica.

Grazie all’utilizzo di probiotici, mediante alimentazione e integrazione risulta quindi più agevole il favorire l’equilibrio intestinale e dunque il benessere dell’intero organismo.