Pressione sanguigna dopo l’esercizio

L’attività fisica fa bene, aiuta a tenere sotto controllo il peso e regala benessere anche all’umore, ma cosa fare se si soffre di ipertensione? L’esercizio fisico può aumentare la pressione sanguigna, ma gli effetti sono in genere temporanei. La pressione sanguigna dovrebbe gradualmente tornare alla normalità dopo aver terminato l’allenamento. Quanto più velocemente la tua pressione sanguigna ritorna al suo livello di riposo, più probabilmente sei sano.

Secondo le linee guida più importanti, la pressione sanguigna “normale” è inferiore a 120/80 mm Hg. Ciò include una lettura della pressione sistolica inferiore a 120 mm Hg (il numero superiore) e una lettura di pressione diastolica (il numero inferiore) inferiore a 80 mm Hg.

L’esercizio aumenta la pressione sanguigna sistolica. La pressione sanguigna sistolica è una misura della pressione dei vasi sanguigni quando il cuore batte.

La pressione diastolica è una misura della pressione nei vasi sanguigni tra i battiti cardiaci. Non dovrebbe cambiare in modo significativo durante l’esercizio. Se lo fa, consultare il medico.

È difficile dire in modo definitivo quali letture della pressione sanguigna sono considerate salutari dopo l’esercizio, poiché la pressione arteriosa varia da persona a persona. Livelli normali per una persona potrebbero essere un segno di un problema per un’altra persona.

In generale, tuttavia, l’ipertensione arteriosa dopo un periodo di riposo fino a due ore dopo l’esercizio include una lettura superiore a 140/90 mm Hg. Bassa pressione sanguigna dopo l’esercizio include qualsiasi lettura inferiore a 90/60 mm Hg.

L'esercizio aumenta la pressione sanguigna

Effetti dell’esercizio sulla pressione sanguigna

Le attività aerobiche come il nuoto, il ciclismo e la corsa fanno ulteriori richieste al tuo sistema cardiovascolare. I tuoi muscoli hanno bisogno di più ossigeno di quando sono a riposo, quindi devi respirare più velocemente.

Il tuo cuore inizia a pompare sempre più velocemente per far circolare il sangue per fornire ossigeno ai tuoi muscoli. Di conseguenza, la pressione sanguigna sistolica aumenta.

È normale che la pressione sanguigna sistolica aumenti tra 160 e 220 mm Hg durante l’esercizio. A meno che non lo abbia definito con il medico, interrompi l’allenamento se la pressione sanguigna sistolica supera 200 mm Hg. Oltre 220 mm Hg, aumenta il rischio di problemi cardiaci.

Diversi fattori possono influenzare il modo in cui il sistema cardiovascolare risponde all’esercizio fisico. Alcuni di questi fattori includono dieta, condizioni mediche e farmaci.

In generale, la pressione sanguigna dovrebbe tornare alla normalità entro alcune ore dall’allenamento. Anche allora, potresti notare che la tua pressione sanguigna non ritorna esattamente a quella che era prima dell’esercizio. Questo perché è normale che la pressione sanguigna scenda leggermente entro poche ore dall’esercizio.

Esercizio per persone a rischio o con pressione alta

È possibile esercitarsi in sicurezza se si è a rischio di pressione alta (in precedenza denominata preipertensione) o di pressione alta (ipertensione). In effetti, l’esercizio fisico regolare può aiutarti a mantenere sotto controllo la pressione sanguigna.

Se sei a rischio o hai ipertensione, parla con il tuo medico del modo più sicuro di fare esercizi. Questo può comportare:

  • usare i farmaci per abbassare la pressione sanguigna
  • scegliere attività moderate
  • lavorare sull’attività fisica nella vita quotidiana

Se sei preoccupato per la pressione del sangue, puoi monitorarla prima, durante e dopo l’allenamento.

Esercizio per le persone con bassa pressione sanguigna

Consultare anche il proprio medico prima di iniziare un nuovo programma di allenamento in caso di pressione bassa (ipotensione). L’esercizio – in particolare l’esercizio fisico che comporta cambiamenti improvvisi nella postura – può scatenare sintomi, tra cui vertigini, visione offuscata e nausea.

Ciò non significa che non si dovrebbe fare esercizio se si soffre di pressione bassa. In realtà, l’esercizio può anche essere utile nel trattamento dell’ipotensione, in quanto contribuisce a migliorare la circolazione del sangue.

Se hai la pressione bassa, opta per attività moderate che non comportano la flessione e salgono rapidamente verso una posizione eretta.

Complicanze della pressione sanguigna

Un picco o una caduta della pressione sanguigna durante l’esercizio fisico può essere un segno di una condizione critica.

Picchi di pressione sanguigna

Un drammatico aumento della pressione sanguigna durante o dopo l’esercizio potrebbe essere un segno di:

  • essere a rischio di ipertensione
  • avere l’ipertensione
  • avendo ipertensione da esercizio

Se la pressione sanguigna sale rapidamente a una lettura di 180/120 mm Hg o superiore, richiedere assistenza medica di emergenza. La pressione sanguigna non monitorata in questo intervallo può essere un segno di infarto o ictus.

Cadute di pressione sanguigna

Cadute significative della pressione arteriosa dopo l’esercizio fisico sono un fattore di rischio per lo sviluppo o l’ipertensione e alcuni tipi di malattie cardiache.

Mentre la maggior parte delle persone sperimenta un leggero calo della pressione arteriosa dopo l’esercizio, la ricerca suggerisce che le persone con ipertensione sperimentano diminuzioni più significative della pressione sanguigna.

Quando cercare aiuto

Parla con il medico se nota uno dei seguenti problemi:

  • Picchi di pressione sanguigna dopo l’esercizio.
  • La pressione del sangue precipita dopo l’esercizio.
  • La pressione del sangue non cambia durante l’esercizio.
  • La pressione sistolica (numero superiore) supera 200 mm Hg durante o dopo l’esercizio.
  • La pressione diastolica (numero inferiore) cambia significativamente durante l’esercizio.
  • La lettura della pressione arteriosa supera 180/120 mm Hg durante o dopo l’esercizio.

In generale, se sei preoccupato per la pressione del sangue, fissa un appuntamento con il tuo medico.

Suggerimenti per la sicurezza dell’esercizio

L’esercizio fisico può aiutare a regolare la pressione sanguigna. In caso di ipotensione o rischio o ipertensione, i seguenti suggerimenti possono aiutarti a migliorare la sicurezza:

  • Esercitarsi un po’ ogni giorno per mantenere sotto controllo la pressione sanguigna.
  • Verificare con un medico o altro operatore sanitario se non si è attivi, ma si desidera essere più attivi.
  • Optare per attività moderate, come camminare, nuotare o andare in bicicletta. Aumenta gradualmente la lunghezza e l’intensità del tuo allenamento.
  • Riscaldarsi prima dell’esercizio per evitare lesioni.
  • Interrompi gradualmente l’attività fisica. Un periodo di cooldown è cruciale per le persone con pressione alta. Ti permette di tornare lentamente alla frequenza cardiaca pre-esercizio e alla pressione sanguigna.

Conclusioni

È normale che la pressione arteriosa aumenti durante l’esercizio. Tuttavia, picchi estremi o cadute della pressione sanguigna possono essere un segno di una condizione medica, come essere a rischio o avere l’ipertensione.

Di solito è sicuro fare esercizio anche se hai la pressione bassa o alta. In effetti, l’esercizio fisico può aiutarti a mantenere sotto controllo la pressione sanguigna. Parla con il tuo medico e poni le tue domande sull’esercizio fisico e sulla pressione sanguigna.