Cos’è il diaframma?

Il diaframma è il muscolo principale utilizzato nella respirazione ed è un muscolo a forma di cupola che si trova appena sotto i polmoni e il cuore . Si contrae continuamente mentre inspiri ed espiri. Il diaframma è il muscolo volontario più importante del nostro corpo in quanto svolge un ruolo di primo piano nel processo di respirazione.

La parte cefalica del diaframma ha rapporti diretti sia con i polmoni che con il cuore, infatti sul diaframma è possibile distinguere le impronte dei foglietti pleurici e del foglietto pericardico mentre nella parte inferiore ha rapporti anatomici con il fegato, lo stomaco e con il rene sinistro.

Anatomia e funzione del diaframma

Il diaframma è un muscolo scheletrico sottile che si trova alla base del torace e lo separa dall’addome. Si contrae e appiattisce quando si inala. Questo crea un effetto di vuoto che attira l’aria nei polmoni. Quando si espira, il diaframma si rilassa e l’aria viene espulsa dai polmoni.

Il diaframma possiede anche alcune funzioni non-respiratorie pure. Il diaframma infatti aumenta la pressione addominale per aiutare il corpo a liberarsi dal vomito, dalle urine e dalle feci. Mette anche pressione sull’esofago per prevenire il reflusso acido.

Il nervo frenico, che scorre dal collo al diaframma, controlla il movimento del diaframma.

Ci sono tre grandi aperture nel diaframma che permettono ad alcune strutture di passare tra il torace e l’addome.

Queste aperture includono:

  • Apertura esofagea. L’esofago e il nervo vago, che controlla gran parte del sistema digestivo, passano attraverso questa apertura.
  • Apertura aortica. L’aorta, l’arteria principale del corpo che trasporta il sangue dal cuore, passa attraverso l’apertura aortica. Il dotto toracico, un vaso principale del sistema linfatico, passa anche attraverso questa apertura.
  • Apertura cavale La vena cava inferiore, una grande vena che trasporta il sangue al cuore, passa attraverso questa aperture

Condizioni del diaframma

Sono molte le condizioni di salute possono influenzare o coinvolgere il diaframma.

Ernia iatale

Un ernia iatale si verifica quando la parte superiore dello stomaco sporge attraverso l’apertura esofagea del diaframma. Gli esperti non sono sicuri del motivo per cui ciò accada, ma potrebbe essere causato da:

  • cambiamenti legati all’età nel diaframma
  • lesioni o difetti alla nascita
  • pressione cronica sui muscoli circostanti da tosse, tensione o sollevamento pesante

Sono più comuni nelle persone di età superiore ai 50 anni o obese.

Le piccole ernie iatali di solito non causano alcun sintomo o richiedono un trattamento. Ma un’ernia iatale più grande può causare alcuni sintomi, tra cui:

  • bruciore di stomaco
  • reflusso acido
  • difficoltà a deglutire
  • dolore al petto che a volte si irradia alla schiena

Le ernie iatali più grandi a volte richiedono un’operazione chirurgica, ma altri casi sono solitamente gestibili con farmaci antiacido da banco. Gli inibitori della pompa protonica possono anche aiutare a ridurre la produzione di acido e curare qualsiasi danno all’esofago.

Ernia diaframmatica

Un’ernia diaframmatica avviene quando almeno un organo addominale sporge nel torace attraverso un’apertura del diaframma. A volte è presente alla nascita. Quando ciò accade, si chiama ernia diaframmatica congenita (CDH).

Lesioni da un incidente o un intervento chirurgico possono anche causare un’ernia diaframmatica. In questo caso, si chiama ernia diaframmatica acquisita (ADH).

I sintomi possono variare a seconda delle dimensioni dell’ernia, della causa e degli organi coinvolti. Possono includere:

  • respirazione difficoltosa
  • respirazione rapida
  • battito cardiaco accelerato
  • pelle di colore bluastro
  • suoni intestinali al petto

Sia l’ADH che il CDH richiedono un intervento chirurgico immediato per rimuovere gli organi addominali dalla cavità toracica e riparare il diaframma.

Crampi e spasmi

Un crampo o spasmo diaframmatico può causare dolore toracico e mancanza di respiro che può essere confuso con un attacco di cuore. Alcune persone sperimentano anche sudorazione e ansia durante uno spasmo del diaframma. Altri descrivono la sensazione di non poter fare un respiro completo durante uno spasmo.

Durante uno spasmo, il diaframma non si rialza dopo l’espirazione. Questo gonfia i polmoni, causando il rafforzamento del diaframma. Questo può anche causare una sensazione di crampi al petto. L’esercizio vigoroso può causare spasmo al diaframma, che spesso si traduce in ciò che la gente chiama un punto laterale.

Gli spasmi del diaframma di solito vanno via da soli entro poche ore o giorni.

Danno del nervo frenico

Diverse cose possono danneggiare il nervo frenico, tra cui

  • lesioni traumatiche
  • chirurgia
  • cancro nei polmoni o nei linfonodi vicini
  • condizioni del midollo spinale
  • malattia autoimmune
  • disturbi neuromuscolari, come la sclerosi multipla
  • alcune malattie virali

Questo danno può causare disfunzioni o paralisi del diaframma. Ma il danno del nervo frenico non sempre causa sintomi. Quando lo fa, i possibili sintomi includono:

  • mancanza di respiro quando disteso o esercitando
  • cefalea mattutina
  • problemi a dormire
  • dolore al petto

I sintomi di un problema al diaframma

Una condizione che interessa il diaframma può causare sintomi simili a quelli di un attacco di cuore.  È importante cercare subito un trattamento di emergenza quando si avverte dolore al petto o pressione che si estende alla mascella, al collo, alle braccia o alla schiena.

I sintomi possono includere:

 

  • difficoltà a respirare quando si è sdraiati
  • mancanza di respiro
  • dolore a torace, spalle, schiena o addominale
  • dolore alle costole inferiori
  • una sensazione fluttuante o pulsante nell’addome
  • pelle di colore bluastro
  • bruciore di stomaco
  • difficoltà a deglutire
  • rigurgito di cibo
  • dolore addominale superiore dopo aver mangiato
  • singhiozzo
  • dolore laterale

Suggerimenti per mantenere sano il diaframma

Il diaframma è uno dei muscoli più importanti del corpo a causa del suo ruolo cruciale nella respirazione.

SI può proteggere il diaframma:

  • limitando gli alimenti che provocano il bruciore di stomaco o il reflusso acido
  • mangiare porzioni più piccole di cibo alla volta
  • stretching e riscaldamento prima dell’esercizio
  • esercitarsi entro i propri limiti

Come ogni muscolo, si può rafforzare il diaframma con esercizi speciali. Respirazione diaframmatica o respirazione addominale sono il modo migliore per farlo. Si tratta di inspirare profondamente e lentamente attraverso il naso in modo che i polmoni si riempiano di aria mentre la pancia si espande. Oltre a rafforzare il diaframma, la respirazione diaframmatica può anche ridurre lo stress e abbassare la pressione sanguigna.