Che cos’è esattamente la scienza dell’esercizio fisico?

La disciplina della scienza dell’esercizio studia il modo in cui l’esercizio e il corpo umano interagiscono. La scienza dell’esercizio offre un approccio scientifico al fitness che propone alle persone che seguono questa linea di studio l’opportunità di comprendere obiettivamente la fisiologia dell’esercizio nonché i suoi benefici e risultati. L’obiettivo della scienza dell’esercizio è facilitare la comprensione dei collegamenti tra fitness, esercizio fisico, dieta e salute.

L’oggetto di studio delle scienze delle attività motorie e dello sport è il movimento attivo. Esso si differenzia da quello passivo in quanto, in quest’ultimo, non siamo noi a effettuare uno specifico movimento, ma è qualcun altro a farlo per noi. Ed è questo ciò che differenzia le scienze motorie da altre discipline che hanno come oggetto il movimento, come la fisioterapia.

Una delle principali tipologie di movimento attivo è l’attività fisica (in inglese, Physical Activity), termine con il quale si designa il movimento prodotto dalla contrazione dei muscoli scheletrici a fronte di una spesa energetica. Dunque, tutte le attività quotidiane, come il lavoro domestico o il giardinaggio, rientrano in questa definizione.

Una specifica tipologia di attività fisica è l’esercizio fisico (in inglese, Physical Exercise), definita come attività fisica pianificata, strutturata e ripetuta nel tempo, finalizzata al miglioramento o al mantenimento della forma fisica (in inglese, Physical Fitness). Con quest’ultimo termine ci si può riferire allo stato di salute di un soggetto (fitness cardiovascolare e muscolare) o alla sua capacità performativa (fitness motorio, ossia agilità, coordinazione, potenza, tempo di reazione, equilibrio e velocità).

Infine, l’esercizio fisico può essere finalizzato al miglioramento della prestazione agonistica, e qui siamo nel campo delle scienze dello sport, oppure per prevenire/trattare condizioni cliniche (es: malattie cardiovascolari, diabete) o migliorare la salute e il benessere. In quest’ultimo caso siamo nel campo delle scienze della salute e attività fisica.

Sbocchi Professionali

I laureati nel corso in Scienze dell’esercizio fisico per il benessere e la salute avranno la possibilità di affiancare personale sanitario o agire indipendentemente nella tutela della salute delle persone. Più nel dettaglio però, questi potranno operare nel campo del fitness o dell’attività motoria adattata, nell’ambito della motricità per le persone anziane e dell’attività sportiva per i disabili. Infine, i laureati potranno anche operare nel settore dell’attività motoria intesa al recupero di funzionalità a seguito di traumi o malattie.

Chi ha bisogno di studiare la scienza dell’esercizio?

Se vuoi entrare in una delle seguenti professioni, seguire un corso di scienze motorie è una buona idea:

  • Fisioterapista
  • Responsabile di centri fitness
  • Personal Trainer
  • specialisti nell’educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili
  • istruttori di discipline sportive non agonistiche
  • organizzatori di eventi e di strutture sportive
  • allenatori e tecnici sportivi
  • atleti
  • Insegnante di scuola secondaria
  • Amministratore sportivo
  • Allenatore sportivo
  • Responsabile dello sviluppo sportivo
  • Terapista dello sport
  • Specialista in promozione della salute
  • Docente di istruzione superiore
  • Dietologo
  • Osteopata
  • Chinesiologo
  • Podologo
  • Responsabile attività all’aperto / educazione
  • Psicologo dello sport e dell’esercizio

La disciplina della scienza dell'esercizio studia il modo in cui l'esercizio e il corpo umano interagiscono ffrendo un approccio scientifico al fitness31

Cosa ti insegnerà una qualifica di scienza dell’esercizio?

Una qualifica terziaria in scienze dell’esercizio ti dà una comprensione delle prestazioni dell’esercizio e dei fattori che influenzano il comportamento nell’esercizio. Le materie che studierai sono:

Anatomia

  • Scopri come sono fatte le ossa e le articolazioni
  • Scopri qual è la struttura dei muscoli
  • Scopri come muscoli, articolazioni e ossa lavorano insieme per favorire un movimento ottimale

Fisiologia

Nel modulo di fisiologia del tuo corso di scienze dell’esercizio, imparerai come funzionano i seguenti sistemi corporei:

  • Il sistema nervoso,
  • Il sistema cardiovascolare,
  • Il sistema respiratorio,
  • Il sistema cardiorespiratorio / cardiopolmonare
  • Il sistema endocrino.

Biomeccanica

  • Scopri come le forze lavorano con il corpo umano.
  • Scopri come funzionano i muscoli.
  • Scopri cosa significa il concetto di “piani di movimento”.

Valutazioni

  • Eseguire test sulle capacità di resistenza cardio-respiratoria dei clienti utilizzando metodi di misurazione ben noti.
  • Valutare l’idoneità muscolare dei clienti e la flessibilità utilizzando metodi di misurazione noti.
  • valutare la composizione del corpo del cliente.

Fondamenti nutrizionali

  • Scopri come i tuoi clienti possono migliorare le loro prestazioni con l’alimentazione.
  • Valuta e correggi le idee sbagliate delle persone sulla nutrizione.
  • Leggi e interpreta le etichette degli alimenti.

Con una qualifica in scienze motorie, svilupperai anche una serie di competenze di base che possono essere utilizzate in molte diverse carriere. Queste competenze includono:

  • Ricerca e analisi dei dati
  • La capacità di lavorare in modo indipendente e come parte di una squadra
  • Capacità di presentazione e comunicazione orale
  • Abilità comunicative scritte, compresa la redazione di report
  • Gestione e pianificazione del tempo
  • Efficace risoluzione dei problemi
  • Professionalità e attenzione al cliente
  • Una buona conoscenza della tecnologia dell’informazione.

Obiettivi

Gli obiettivi del corso di laurea consistono nel far acquisire allo studente:

  • conoscenze e competenze per la progettazione e conduzione di programmi di attività motoria finalizzati al miglioramento dell’efficienza fisica in soggetti adulti e anziani;
  • conoscenze e competenze per la progettazionee conduzione di programmi di attività motoria preventiva, compensativa e rieducativa, per i disturbi del sistema muscolo-scheletrico e per le malattie dell’apparato locomotore;
  • conoscenze e competenze per la progettazione e conduzione di programmi di attività motoria mirata per le malattie neurodegenerative, metaboliche e cardiovascolari;
  • conoscenze e competenze per valutazioni di carattere antropometrico, ergonomico e delle capacità motorie in popolazioni speciali;
  • conoscenze e competenze per la promozione della salute e degli stili di vita sani;
  • competenze di tipo comunicativo-relazionale e psicologico-pedagogico per l’interazione prevista con quelli che saranno i beneficiari dell’attività motoria somministrata dal laureato e anche per l’interazione in équipe di lavoro di tipo multidisciplinare;
  • capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo sulle tematiche scienti che riguardanti il rapporto tra attività fisica e salute.