Marco Freddolini

FORMAZIONE:
Marco Freddolini è un Ingegnere Biomedico, laureato in Italia, all’università di Pisa, in Ingegneria Biomedica.

PERCORSO:
Marco Freddolini si è laureato in Italia, all’università di Pisa, in Ingegneria Biomedica con una tesi sperimentale in bioinformatica. Ha poi proseguito i suoi studi in Inghilterra, alla University of Surrey di Guildford, dove ha completato un Master of Science Degree, sempre in Ingegneria Biomedica con tesi sperimentale in bioingegneria.
Per la tesi ha progettato un prototipo di sistema cardiaco (fatto con piccole pompe idrauliche) che simulava il comportamento del cuore e della circolazione a livello celebrale su un manichino per valutare gli effetti della sindrome del bambino scosso.

Terminato il master, Marco è stato selezionato alla University of Roehampton a Londra per un dottorato di ricerca sulla biomeccanica della schiena. Lo scopo del suo progetto era capire quali potevano essere le differenze biomeccaniche tra soggetti sani e soggetti affetti da low back pain, praticamente il mal di schiena comune.

Negli ultimi anni ha lavorato presso l’Istituto di Ricerca Traslazionale per l’Apparato Locomotore, dove era responsabile del laboratorio di biomeccanica e dove si occupava di eseguire valutazioni biomeccaniche funzionali, utilizzando apparecchi per l’analisi del movimento, su pazienti ortopedici e sportivi, sia per fini clinici sia per fini di ricerca.

Nel centro si occupava anche del laboratorio di bioingegneria dove hanno realizzato progetti di ricerca sia per l’istituto sia per aziende esterne, utilizzando macchine per la caratterizzazione meccanica (Loading Frame Machine), simulatori di articolazione per testare protesi e tecniche chirurgiche su preparati anatomici e stampanti 3D.

 

Altri Articoli

Gli ultimi articoli nel mondo delle Scienze Motorie
psico-neuro-endocrino-immunologia Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia: PNEI

La Psico Neuro Endocrino Immunologia (PNEI) studia le reciproche interazioni tra sistema nervoso, sistema endocrino e sistema immunitario.

...
modello IZOF Il modello IZOF

Il modello IZOF (modello delle Zone Individuali di Funzionamento Ottimale) cerca di spiegare la prestazione sportiva dal punto di vista dell’atleta indagando le emozioni che garanti... ...

percezione dello sforzo fisico Percezione dello sforzo nell’attività fisica

La scala di percezione dello sforzo (Rate of Perceived Exertion, RPE), definita anche Scala RPE, o Scala di Borg è uno strumento ampiamente validato scientificamente per valutare la ... ...

Il sovrallenamento: un evento da considerare

La sindrome da sovrallenamento o overtraining lo possiamo definire come accumulo di stress derivante dall’allenamento che produce un decremento della performance a lungo termine... ...

Catene muscolari: definizione e tipologie

Le catene muscolari generano delle traiettorie di movimento abbastanza definite e caratteristiche che possono essere chiamate catene…

...
reactive strength index Reactive strength index: cosa è?

Il Reactive Strength Index (RSI) è un test di valutazione funzionale nato per valutare la capacità di forza reattiva, ossia la capacità di utilizzare il fisiologico ciclo di allung... ...