Avvocato Vittorio Martinelli

Una serie di contenuti che offrono a studenti e laureati in Scienze Motorie informazioni di alto valore, spendibili in ambito lavorativo. L’Avvocato Vittorio Martinelli, illustra con parole molto chiare i passi da seguire per proteggere i clienti e il proprio operato.

Il professionista che si accinga a svolgere un massaggio o un’altra tecnica volta al benessere fisico di un soggetto, si troverà nell’eventualità di redigere una scheda del cliente stesso e visto che il massaggio per il benessere fisico si deve eseguire su soggetti in stato di buona salute, sarà opportuno far firmare al cliente una dichiarazione in tal senso. Come dobbiamo comportarci con tutte quelle norme che tutelano la privacy e il trattamento dei dati personali dei soggetti con i quali ci veniamo a rapportare?

Sotto questo punto di vista, il testo normativo di riferimento è il DLgs (Decreto Legislativo) 196/2003 meglio conosciuto come codice in materia di protezione dei dati personali o codice della privacy, il quale, fra le altre cose, definisce come dato personale, qualunque informazione relativa a persona fisica identificata o identificabile direttamente o anche indirettamente. Nel momento stesso in cui andremo quindi a fare il trattamento dei dati personali del nostro cliente, in via cartacea o anche telematica e quando andremo anche a elaborarli per completare la scheda, ci troveremo di fronte a dei dati personali se non addirittura a dei dati sensibili, intendendo come dati sensibili, e quindi dati più protetti dalle nostre leggi e dal nostro regolamento, tutte quelle informazioni relative all’origine razziale ed etnica, ad orientamento politico e religioso, all’adesione a partiti o organizzazione o anche dati relativi alla sfera sessuale e di salute del soggetto che ci troviamo di fronte. Capiamo quindi che nel trattare questi dati, dobbiamo fare attenzione a rispettare tutte le normative che vi presiedono e ,segnalando gli articoli del testo che abbiamo citato, è importante andarsi a vedere:

  • L’articolo 13, relativo all’informativa sulla privacy, che deve essere rilasciata al cliente e informa il cliente sul trattamento che andremo a fare,
  • L’articolo 23 sul consenso al trattamento dei dati che deve essere fatto firmare al cliente,
  • L’articolo 31 sugli obblighi di sicurezza, tenendo conto che dalla riforma del 2012, questi obblighi di sicurezza da parte di chi effettua il trattamento dei dati sono stati sensibilmente semplificati, quindi forse oggi è più semplice trattare questi dati.
  • L’articolo 37 sulla notifica al garante dei dati raccolti.

Come informazione di massima, possiamo dire che il trattamento dei dati sensibili è materia delicata ed è importante quindi saper riconoscere ciò che è dato personale da ciò che è dato sensibile e stare attenti a non andare al di la, di quanto dalla legge è consentito e di quanto è richiesto.

Se desideri una consulenza legale professionale, contatta info@scienzemotorie.com